Stampa

Report di Giugno

Postato in Boara

Lunedì 16 giugno si è riunito il Consiglio Comunale per presentare il Bilancio di previsione:
la seduta è durata DUE MINUTI e nessuno è intervenuto. Ma che bravi! E va avanti così da anni.

Nessun cittadino di Boara, nessun gruppo politico, nessun sindacato, nessun commerciante, nessun agricoltore, nessuna delle tante associazioni culturali e sociali è stato coinvolto. NESSUNO!

Alla faccia della trasparenza e del contratto sottoscritto dal Sindaco Pescarin con i cittadini: “... favorire la partecipazione,... rendere trasparente l'attività amministrativa, … favorire il confronto sulle scelte da fare...”. NULLA DI TUTTO CIO' E' STATO FATTO. EPPURE E' NEL PROGRAMMA.

Come Circolo del Partito Democratico abbiamo posto alcune domande al Sindaco: nessuna risposta se non da parte di alcuni consiglieri che, in 4, si sono proclamati maggioranza del Circolo ed hanno accusato di settarismo tutti gli altri. Alla fine riconoscono che occorre la trasparenza. Ma chi la deve fare se non loro? Sono Presidente del Consiglio Comunale, sono Assessore, sono Capo-gruppo della maggioranza, sono Consigliere. Ma davvero siete tutti su queste posizioni? Speriamo proprio di no! In ogni caso NOI TENIAMO SEMPRE APERTA A TUTTI LA PORTA DEL CIRCOLO.
Rinnoviamo l'invito al Sindaco, agli Assessori ed ai Consiglieri ad uscire dal Palazzo ed INCONTRARE I CITTADINI, DISCUTERE CON TUTTI E DOPO PRENDERE LE DECISIONI CHE RIGUARDANO LA NOSTRA COMUNITA'. Chi ha avuto l'83 % dei voti HA IL DOVERE DI INCONTRARSI CON TUTTI PERCHE' RAPPRESENTA TUTTI.
Lo impongono tre validi motivi: 1) il nostro grosso contributo alla vittoria di Luca Pescarin nel 2006 e nel 2011; 2) lo Statuto Comunale; 3) il buon senso e la saggezza che deve avere chi guida una Comunità.
A maggio il Consiglio ha deciso, anche qui senza consultare nessuno, sulla tassazione degli immobili. PER NOI E' SBAGLIATO APPLICARE LA TASI UGUALE PER TUTTI E SENZA LE DETRAZIONI.
Hanno così deciso che IL PROPRIETARIO DI CASA DI BASSO VALORE che nel 2012 e 2013 non ha pagato nulla per le detrazioni fatte, NEL 2014 DOVRA' PAGARE, mentre il proprietario di casa di valore medio/alto pagherà spiccioli in più del 2013 quando ci fu la mini IMU.
Bella giustizia avete fatto cari Consiglieri: senza detrazioni (che si potevano e si dovevano fare!) AVETE PENALIZZATO I CITTADINI MENO ABBIENTI.
Comuni a noi vicini NELLA DEFINIZIONE DELLE MODALITA’ DI APPLICAZIONE DELLA TASI si sono comportati con molta più sensibilità PREVEDENDO le detrazioni.
Perché non l'avete fatto anche voi?
IL PARTITO DEMOCRATICO DI BOARA PROPONE AL CONSIGLIO CHE ANCHE PER LA TASI SI FACCIANO LE DETRAZIONI.
SI FACCIA LA STESSA COSA CHE FU FATTA, SU NOSTRA INIZIATIVA, PER L'ADDIZIONALE IRPEF, quando ci fu l'esenzione dei primi diecimila euro. VE LO SIETE DIMENTICATI?
Anche sul trasporto scolastico non siamo d'accordo. Sindaco e Consiglieri hanno imposto che il costo sia pagato da tutti, indipendentemente dal reddito.
Perché tanta burocratica ferocia?
Al posto della burocrazia e dell'indifferenza, Sindaco e Consiglieri DEVONO PRESTARE PIU' ATTENZIONE ALLE FASCE PIU' DEBOLI DELLA NOSTRA COMUNITA'. OCCORRE RIEQUILIBRARE PIU' EQUAMENTE IL CARICO FISCALE. E questo deve valere per l'Irpef, la Tasi, il trasporto scolastico e qualsiasi altra futura imposta.

CIRCOLO DI BOARA PISANI