Rassegna Stampa

Stampa
PDF

IL PD DISCUTE IL DDL SU LAVORO AUTONOMO CON LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

on . Postato in Rassegna Stampa


Ieri sera a Padova, a Palazzo Moroni, è stato presentato il DDL del Governo sul lavoro autonomo. Le Deputate PD Vanessa Camani e Gessica Rostellato hanno illustrato i contenuti del provvedimento alle principali associazioni rappresentative di professionisti e lavoratori autonomi. La crisi, economica e sociale, e le innovazioni tecnologiche hanno generato una trasformazione profonda del mondo produttivo e del mercato del lavoro. Questo passaggio può rappresentare una grande occasione, ma anche, al contempo, espone una parte del mondo del lavoro al rischio di povertà ed esclusione sociale, essendo gli strumenti classici del welfare inadatti ad affrontare questi cambiamenti globali. Il DDL sul lavoro autonomo si pone, dunque, l'obiettivo di offrire una struttura complessiva di sostegni e tutele al mondo delle libere professioni, fino ad ora dimenticate dalla politica.
Stampa
PDF

LA CANCELLAZIONE DELLA CONSULTA DEI CITTADINI STRANIERI UN CRIMINE CONTRO IL FUTURO DELLA CITTA’

on . Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 29 Marzo 2016 - “#Padovacambia!” spara ossessivamente il nostro Sindaco dal profondo della sua specialissima trincea social. Ovviamente il motore immobile del cambiamento sarebbe lui. Il Bitonci pensiero. Ma cambia come? Dove stiamo andando? Il diverso fa schifo e possibilmente va disprezzato, il forestiero è nostro nemico e inevitabilmente va combattuto, profughi e ultimi sono il nostro problema e chiaramente ce ne dobbiamo sbarazzare. Egoismo e solitudine quanto basta, infine la paura soprattutto, mi raccomando. Paura come compagna di vita in ogni casa e in ogni strada. Questi più o meno gli ingredienti. Almeno questo ci dice lui : “Padovacambia!”, appunto. Forse però, anche alla luce dei recenti abominevoli fatti di sangue conviene riflettere un attimo prima di cadere tutti assieme nel pozzo come lemming guidati dal flauto di questo “Nerone padano”. Farlo senza la smania politichese di lisciare il pelo ai sondaggi o al consenso offerto in saldo a politici senza scrupoli: un mercato in cui Salvini e sodali agiscono in regime di monopolio.
Stampa
PDF

GRANDI OPERE. NELL’UOVO SOLO UN "FAGIOLO"

on . Postato in Rassegna Stampa

Gazettino - 29 Marzo 2016 - Nell'uovo solo un "fagiolo" che non ci salverà dalle macerie. La nostra città è in sofferenza e si arrovella attorno ad annunci e silenzi strazianti su scelte strategiche che la renderebbero una città diversa e migliore. Ciò non significa pensare che sia opportuno tornare necessariamente a ciò che era stato pensato e progettato prima, ma che le prospettive per una grande città europea, languono. Le grandi opere a Padova non decollano o meglio, rischiano di schiantarsi prima di prendere il volo, alimentate più dagli annunci del sindaco che dalla sostanza. Crediamo sia opportuno fare chiarezza per tutti, soprattutto per i padovani che non vedono concretezza e prospettiva in ciò che è stato più volte annunciato o in ciò che inesorabilmente volge al declino. Fiera. La situazione è pesante, nei bilanci si evidenzia un trend molto preoccupante per fatturato e redditività. Nonostante si cerchi di porre rimedio a parole, non ci sono idee chiare sul rapporto con GL Events, società francese che ha in carico la gestione della fiera e che ha un contratto per molti anni ancora. La Fiera è stata una importante risposta economica per la città, ma questo trend di decadenza e la perdita di molti eventi importanti (Bikers ed Expobici, trasferiti a Verona) determina l’urgenza di una riflessione profonda in vista, ci si augura, di un rilancio all’interno di una progettualità che non può vedere assente la Regione. L’atteggiamento dell’amministrazione è imbarazzante e improduttivo, e anche dannoso perché se si continua a svalutare la fiera senza nuove idee forti, si contribuisce solo a far perdere ulteriori quote di mercato.
Stampa
PDF

I risultati positivi hanno nomi e cognomi

on . Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 27 - 3 2016 - Ho sempre pensato che chi si occupa della cosa pubblica debba operare conoscendo in anticipo la regola aurea: “fai del bene, prima o poi si vendicheranno”. Per dire che non ti devi mai aspettare nulla. Contravvenendo a questa semplice regola, ritengo doveroso ringraziare Cesare Pillon, che negli ultimi anni in qualità di amministratore delegato ha dapprima concorso alla fusione di AcegasAps con Hera e successivamente ha contribuito alla sua crescita. Ritengo di doverlo fare perché tutti sono sempre pronti a ricordare e rinfacciare insuccessi, veri o presunti, e nessuno ricordare mai i risultati che portano vantaggio alla comunità. Ritengo giusto ringraziarlo perché confermandolo alla guida di AcegasAps nel 2013, con il suo operato ha dimostrato di aver meritato la fiducia guadagnata negli anni precedenti. La crescita dell’utile di Hera è un risultato importante per tutti gli azionisti del nordest - i comuni di Padova, di Trieste, a cui si è aggiunto il comune di Udine – ed in particolare per il nostro Comune che anche quest’anno, nonostante la vendita di azioni, può contare su un dividendo di 5 milioni 676 mila euro, garantito da una crescita dell’utile netto di ben 11,6%, senza contare la crescita del valore delle azioni possedute.

UNITÀ.TV