Savonarola

STRUTTURA DEL CIRCOLO
Coordinatore : Giuseppe Sambataro Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Vice Coordinatore : Floriana Rizzetto Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tesoriere : Maurizio Rossetto
Comunicazione : Luciano Menini Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Contatti:
Telefono: 0498713725
Fax: 0498713725
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

PRESENTAZIONE DEL CIRCOLO

Il Circolo nasce ufficialmente dopo le elezioni primarie del 10 febbraio 2008 ed esattamente venerdì 22 febbraio. In realtà già nel dicembre 2007 le segreterie delle sezioni territoriali dei DS e della Margherita avevano organizzato un primo incontro di contatto, che aveva rinsaldato antichi rapporti di collaborazione nati con la costituzione dei Comitati Prodi e proseguiti con l'attività dell'Ulivo e successivamente dell'Unione. Insieme si è infatti lavorato nel Consiglio Circoscrizionale del Quartiere 5, che ha riunito il Quartiere Savonarola e il Quartiere Armistizio, prima come gruppo di minoranza, poi dal 2004 come gruppo di maggioranza. Anche in Quartiere è stato costituito, in seguito allo scioglimento dei due partiti d'origine, il gruppo unico del Partito Democratico. La suddivisione territoriale dei circoli ha riportato come nostro "bacino di attività" la parte più "storica" e "popolare" del quartiere: le due aree cioè che, dai due lati di via Vicenza si accentrano da una parte attorno alle casette di via Bezzecca, la "Croassia", dall'altra attorno al Quartiere "Caduti della Resistenza", dove erano arrivati ottant'anni fa gli sfollati del quartiere Santa Lucia e che è stata anni fa oggetto di uno studio documentario "Padova fuori Porta Savonarola. pubblicato proprio a cura dell'allora Quartiere Savonarola. Proprio il lotto di case di ringhiera compreso tra via Varese, via Toselli, via Magenta e via Dottesio è stato oggetto dell'intervento di risanamento del primo Progetto di Quartiere partito iniziato in Italia durante la precedente amministrazione Zanonato. Ricordiamo anche che la vicinanza alla linea ferroviaria ha reso le due zone, a nord e a sud di via Vicenza purtroppo protagoniste di uno dei più pesanti bombardamenti dell'ultima guerra, quello dell'8 febbraio 1944. La composizione sociale, la condivisione delle vicende di una vita difficile hanno reso profondamente coeso il tessuto di quella che è stata una delle sezioni più "popolari" dell'allora PCI, la sezione "Antonio Camporese" di vicolo II Magenta, intitolata a un martire del nazifascismo e diventata ora sede del Circolo. L'attenta lettura del mutamento della società del nostro paese, la comune coscienza civile, il senso dello stato che caratterizzavano i due grandi partiti storici dell'Italia repubblicana hanno portato alla serena costituzione anche del nostro circolo, che vede presenti sia chi apparteneva a DS e Margherita che cittadini che non avevano mai militato in un partito politico o che non si erano neppure interessati di politica, per la voglia di partecipare alla costruzione di un percorso nuovo e veramente attento ai bisogni e alla voglia di "esserci" della gente.

Stampa
PDF

Il punto di vista femminile.

Postato in Savonarola

Floriana Rizzetto

Vicecoordinatrice del Circolo PD Savonarola-Porta Trento di Padova

Responsabile Scuola nell’Esecutivo Provinciale

Non sono mai stata favorevole in linea di principio alle quote rosa. Ci si ribellava la mia natura profondamente egualitaria. Chiunque, secondo me, deve avanzare e ottenere risultati e successi secondo i suoi meriti. Ed effettivamente lo stabilire una quota “protetta” sembra introdurre una forte discriminante nell’accesso ai ruoli e ai posti di lavoro. Purtroppo però non è così, anche nella nostra Italia, in cui comunque sono contenta di essere nata, perché altrove sarebbe stato molto peggio (è ben vero che in alcuni paesi europei, probabilmente negli USA e in determinate altre situazioni la cose vanno meglio, ma gli esempi peggiori prevalgono di gran lunga).

UNITÀ.TV