Villa Estense

circolo

PRESENTAZIONE DEL CIRCOLO


STRUTTURA DEL CIRCOLO:
 

Coordinatore:  Vincenzo Contegiacomo

Responsabile della Comunicazione: Ermanno Selvi

Tesoriere:  Loretta Cecconello

 
 

Contatti:

Telefono: 348 150 11 81

Fax: 041 954123

email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Stampa
PDF

Notizie dal Circolo

Postato in Villa Estense

L’Amministrazione Comunale di Villa Estense nega, non molto democraticamente, l’uso delle sale civiche alle Associazioni e ai Movimenti politici. La domanda sorge spontanea: l’attività politica è e deve restare di esclusiva pertinenza della maggioranza consiliare?
Ritenendo di no, il Circolo del Partito Democratico di Villa Estense, non avendo una sede propria, svolgerà il suo terzo incontro itinerante domani martedì 8 aprile alle ore 21,00.
.
Stampa
PDF

Notizie dal Circolo

Postato in Villa Estense

 
CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO
 
OTTAVA LEGISLATURA
 
 
 
INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA N. 
 
 
“DISCARICA TATTICA REGIONALE” DI SANT’URBANO: COME INTENDE RISOLVERE LA GIUNTA REGIONALE IL GRAVE PROBLEMA DI TRANSITO DEI MEZZI PESANTI NEI COMUNI DI BARBONA, VESCOVANA, GRANZE E VILLA ESTENSE ?
 
presentata il 13 giugno 2008 dal Consigliere GALLO
 
       Premesso che:
 
la Giunta Regionale con propria delibera ha assegnato ai comuni di Vighizzolo e Piacenza d’Adige il contributo di un euro per ogni tonnellata di rifiuto conferito alla così detta “discarica tattica” di Sant’Urbano per i disagi provocati dalla presenza dell’impianto ;
 
per accedere alla discarica i camion che trasportano i rifiuti transiteranno anche nei territori dei comuni di Barbona, Vescovana, Granze e Villa Estense che presentano una rete stradale molto fragile e non adeguata a sopportare una grande quantità di mezzi con carichi pesanti e con alta frequenza giornaliera ;
 
la discarica di Sant’Urbano, oltre ai comuni di Pescantina (Vr) e Campodarsego, il prossimo anno dovrà accogliere con ogni probabilità anche i rifiuti provenienti da Vicenza, in quanto è in fase di esaurimento la discarica che attualmente li accoglie, con i conseguenti immaginabili ulteriori disagi per i territori dei comuni interessati al transito dei mezzi pesanti;
 
a tutela dei propri territori i comuni di Barbona, Vescovana, Granze e Villa Estense hanno annunciato che presenteranno un ricorso al TAR per vedere riconosciuto il loro diritto di garantire vivibilità ai propri cittadini, cosa che la delibera della Giunta regionale ignora creando una palese disparità di trattamento tra comuni che presentano uguali problematiche;
 
tutto ciò premesso
 
 
 
 
il sottoscritto Consigliere Regionale
 
INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE PER SAPERE
 
1) se intende revocare la propria delibera con la quale si rende palese una disparità di trattamento dei comuni in presenza di una evidente uguale problematica dovuta al disagio stradale e territoriale per il transito di automezzi pesanti che accedono alla “discarica tattica regionale” di Sant’Urbano.
 
2) in caso contrario come intende provvedere ad indennizzare anche i comuni di Barbona , Vescovana, Granze e Villa Estense per gli evidenti e inequivocabili disagi che dovranno sopportare i loro territori e i loro cittadini a causa del transito massiccio di mezzi pesanti diretti alla discarica.
 
_____________
Stampa
PDF

Notizie dal Circolo

Postato in Villa Estense

Lunedì 31 marzo il Consiglio Comunale di Villa Estense, in un clima rovente - e avvilente per chi vi assisteva - ha approvato il bilancio di previsione 2008 decidendo, tra l’altro, pesanti aumenti dell’ICI e dell’addizionale Comunale all’IRPEF.
Aumenti, per più 100.000 euro, che i cittadini sono chiamati a pagare in un momento in cui tutti ritengono la pressione fiscale sia arrivata ad un limite non più tollerabile.
Pertanto è assolutamente incomprensibile ed inaccettabile la scelta dell’Amministrazione; da un lato si accusa il Governo Prodi, che di fronte ad una pesante situazione di deficit di bilancio statale ha dovuto perseguire una linea di rigore economico, dall’altro si denuncia la grave situazione ereditata dalla precedente Amministrazione non trovando migliore soluzione che alzare le tasse ai cittadini. Utilizzando, tra l’altro, l’ICI che tutti gli italiani considerano la più odiosa delle tasse in quanto colpisce un bene primario; la casa. La finanziaria del 2008 avrebbe consentito ad oltre il 50% dei proprietari della casa di abitazione di non dover più pagare l’ICI, a Villa Estense – invece – molti fra quelli che finora ne erano esonerati, da quest’anno dovranno pagare e tutti gli altri pagheranno di più. E cosa succederà alle casse comunali se il futuro governo nazionale dovesse abolire definitivamente l’ICI?
A nostro avviso sarebbe stato più opportuno agire sul versante delle spese, attuando una politica di maggior rigore, rinunciando a quegli interventi di opere pubbliche non strettamente necessari, mentre su quello delle entrate si sarebbero almeno dovute individuare fasce sociali da esonerare dagli aumenti. In più quei proprietari finora esonerati, oltre a dover pagare dovranno probabilmente pagare qualcuno che gli faccia i conti. Perché il comune non manda a casa dei propri contribuenti un bollettino già compilato con gli importi da pagare? Sono dati che conosce e può fare un buon servizio ai cittadini.
La scelta di questa Amministrazione, oltre che impopolare, renderà più difficile e precaria la vita di molti cittadini che fanno sempre più fatica ad arrivare alla fina del mese.
Stampa
PDF

Notizie dal Circolo

Postato in Villa Estense

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

UNITÀ.TV