Stampa
PDF

DOPO L'INTERRROGAZIONE CINQUE NUOVI GIUDICI A PADOVA

on . Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 6 novembre 2016 - Ha avuto buon esito l’interrogazione a risposta scritta presentata da Alessandro Naccarato al ministro della Giustizia sulla carenza di magistrati in Veneto. Ovvero «agli uffici giudicanti di primo grado del distretti della Corte d'Appello di Venezia sono stati complessivamente assegnati 29 ulteriori posti di giudice, 5 dei quali in incremento della dotazione prevista per il Tribunale di Padova. Agli uffici requirenti del distretto sono state, invece, assegnate 9 unità aggiuntive, una delle quali in aumento delle dotazioni della Procura di Padova». Questa la risposta all’interrogazione a firma di Alessandro Naccarato con i deputati Vanessa Camani, Margherita Miotto,  Giulia Narduolo, Gessica Rostellato e Alessandro Zan. «Il distretto giudiziario del Veneto è all'ultimo posto in Italia per quanto riguarda il rapporto magistrati-popolazione» si legge nell’interrogazione; «Nella regione Veneto che coincide con il distretto giudiziario, tale rapporto è di un magistrato di Corte d'appello ogni 99 mila abitanti e un magistrato di tribunale ogni 14 mila abitanti;  questo rapporto è la metà di quello di altri distretti italiani, che dispongono del doppio di magistrati rispetto al Veneto, con una sproporzione immotivata;  già in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario, il Procuratore generale aveva rinnovato l'allarme, inviato al Ministero nel marzo 2014, facendo presente che l'organico dei magistrati conta 415 unità, ma gli effettivi sono 40 in meno, inoltre mancano 345 cancellieri su 1803 previsti dalla pianta organica;  in particolare, a Padova il rapporto giudice-popolazione scende a un magistrato ogni 15 mila abitanti, mentre, per comprendere la sproporzione, in Molise è di un magistrato ogni 5 mila abitanti. E il territorio della provincia di Padova conta 900 mila residenti, 68 mila attività economiche e un numero crescente di reati legati al mondo delle imprese e della finanza».

UNITÀ.TV