Stampa
PDF

«Stop alla cementificazione: dobbiamo difendere l’ambiente e il territorio» MAGGIORE SPAZIO AI PRESIDI TERRITORIALI DEI PICCOLI NEGOZI Narduolo (PD) a fianco dell’Ascom per dire no a nuovi centri commerciali

on . Postato in Rassegna Stampa

«Basta centri commerciali, stop alla cementificazione, sì ai presìdi territoriali dei piccoli negozi». Interviene con decisione la deputata del PD Giulia Narduolo sulla diatriba della nuova maxi area commerciale prevista a Monselice. «Capisco che non si può fermare il progresso e che i centri commerciali sono una realtà che va accettata - ha spiegato Narduolo - ma questo non significa che si debbano costruire senza una logica precisa e senza considerare il danno che possono causare al territorio: personalmente sono più favorevole ai presìdi territoriali e sociali dei piccoli negozi soprattutto quando parliamo di centri storici come quello di Monselice. Non si tratta solo di difendere la tradizione e i prodotti locali: le piccole attività commerciali sono una garanzia anche per la sicurezza. La desertificazione commerciale delle città genera abbandono e lascia spazio alla microcriminalità. Al contrario, un centro vivo con un tessuto sociale vivace scoraggia l’illegalità e favorisce un clima positivo in tutta la città». «L’altro tema da considerare è la cementificazione - ha concluso Narduolo - i dati di quest’anno mettono il Veneto al secondo posto in Italia per metri quadri di suolo consumato. Una situazione che va affrontata subito e con vigore per evitare di trovarci a vivere in un territorio irrimediabilmente rovinato».

IMMAGINA