Stampa
PDF

Sinigaglia (Pd): «Abbiamo il dovere di sostenere un progetto di eccellenza»

on . Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 27 giugno 2012 - Dal suo osservatorio privilegiato analizza l'iter che porterà alla realizzazione del nuovo ospedale. Il consigliere regionale del Pd, Claudio Sinigaglia sostiene un progetto che «restituisca a Padova l'eccellenza sanitaria che l'ha resa grande in Europa». Secondo lei quali sono le criticità del progetto di Zaia?  «Il quadro finanziario è ancora molto fragile. La Regione, basandosi su di uno studio di Veronica Vecchi, punta ad affidarsi al privato per una quota pari al 30/40 per cento della somma da investire, circa 200 milioni. Dalle dismissioni arriveranno solo 45 milioni, quindi mancano all'appello ancora 300 milioni di euro». Come risolvere il problema, che rischia di non far decollare il progetto? «La Regione deve ottenere un ulteriore finanziamento. Anche il Governo potrebbe partecipare ad un progetto che ha un respiro nazionale. Poi rivolgo un appello alle Fondazioni bancarie ed alle istituzioni, affinché sostengano l'iter di realizzazione. Con un impegno di tutti potremo ottenere un risultato fondamentale per il rilancio della città».  Lei in Regione si è sempre battuto per il nuovo ospedale di Padova, quali sono i prossimi passi? «Stiamo giocando una partita importantissima. Abbiamo l'obbligo di sostenere la realizzazione della cittadella sanitaria, ma anche di opporci a scelte che riteniamo sbagliate. Dall'eredità di Patavium, compresa una consulenza legale di 600 mila euro, dobbiamo poter ripartire in primo luogo con un'analisi sostenibile dei costi da affrontare».

IMMAGINA