Rassegna Stampa

Padova

Stampa
PDF

"Mala del brenta e camorra: legami pericolosi"

Postato in Rassegna Stampa

IL MATTINO DI PADOVA 13 GIUGNO 2012  Interrogazione al Ministro dell’Interno da parte di Naccarato e Miotto (Pd) (clicca qui per scaricare l'interrogazione in PDF)«Il Veneto base logistica delle organizzazioni dedite allo spaccio di droga». Vogliono sapere se esistono «legami strutturali tra ex appartenenti della Mala del Brenta e clan della camorra». Per questo motivo Alessandro Naccarato e Margherita Miotto, entrambi deputati del Pd hanno preso carta e penna e hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta (è la seconda nel giro di poche settimane e riguarda una diversa operazione dei carabinieri nell’ambito dello spaccio di droga in Veneto) al ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri.
Stampa
PDF

Prima la soluzione sugli esodati

Postato in Rassegna Stampa

Intervista di C.Tucci a Cesare Damiano - Il Sole 24 Ore
Non ci può essere una «politica dei due tempi». Il Governo vuole una rapida approvazione della riforma del lavoro. «Ma noi vogliamo, che altrettanto velocemente, si risolvano alcuni temi sociali particolarmente seri, come gli esodati e lo slittamento di un anno dell`ingresso dei nuovi ammortizzatori sociali (l'Aspi) visto che la crisi non finirà nel 2012».
Stampa
PDF

Rai, le associazioni indicano Tobagi e Colombo. Bersani: "Orgogliosi di sostenerli"

Postato in Rassegna Stampa


Le associazioni: Se non ora quando, Libera, Libertà e Giustizia,Comitato per la libertà e il diritto all’informazion hanno risposto positivamente all'appello lanciato dal Segretario del PD Pier Luigi Bersani, a votare per il CdA della Rai, personalità provenienti dall'associazionismo e dalla società civile. "E' un punto di partenza, perché politica e impegno civico migliorino il Paese".
Stampa
PDF

IL CASO EDILBASSO APPRODA ALLA CAMERA

Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 18-4-2012 Interrogazione di Naccarato e Fiano, il ministro Giarda ha riconosciuto la vicenda come esempio d’infiltrazione criminale. L'azienda fallita nel 2011 ha affittato un ramo d'azienda alla Faber Costruzioni Srl. Il ministro Giarda «Le forze di polizia svolgono un attento monitoraggio». Il caso Edilbasso approda in Parlamento. Ieri il deputato Alessandro Naccarato del Partito Democratico ha presentato un'interrogazione durante il “question time” alla Camera portando all'attenzione del governo il caso dell'azienda padovana Edilbasso. Il governo ha riconosciuto la vicenda come esempio di infiltrazione criminale anche nel Nordest e ha rinnovato il suo impegno futuro.
Stampa
PDF

Notizie dal Circolo

Postato in Chiesanuova

PROFUGHI ALLA ROMAGNOLI: L’ IMBROGLIO DELLA LEGA!

 

Il Mattino di Padova – Martedì 15 Marzo –

I DUBBI DEL PD

«La caserma Romagnoli è un’opportunità per la rinascita e la riqualificazione del quartiere Chiesanuova ed è inadatta ad ospitare i profughi perchè troppo vicina al centro»: introduce così la sua presa di posizione in merito al destino che attende la struttura militare dismessa il consigliere regionale Claudio Sinigaglia. L’esponente del Pd è giustamente preoccupato della polemica innescata dalla petizione leghista, lui che a Chiesanuova conta il nocciolo duro del suo bacino elettorale.

 «I profughi, se dovessero arrivare, andrebbero divisi in gruppi ristretti, per evitare grandi assembramenti. E ovviamente avrebbero tutta la nostra solidarietà. Ciò che va detto sulla Romagnoli - incalza Sinigaglia - è che si tratta di uno di quei beni che il federalismo demaniale avrebbe dovuto destinare al comune, ma grazie a questo governo ciò non è avvenuto».

 «Per Chiesanuova si tratta di un’area strategica: vicina al parco Brentella, permetterebbe di realizzare un parcheggio scambiatore di cui c’è grande necessità, nuovi spazi verdi, ampliare il parco sportivo. Questo dovrebbe perseguire il federalismo demaniale, non concedere ai comuni i greti dei fiumi. I cittadini si aspettano qualcosa di diverso e non si lasciano prendere in giro dalla Lega. Se alla Romagnoli dovessero arrivare i profughi la scelta sarà tutta in capo al Carroccio». Sinigaglia avvierà oggi un volantinaggio porta a porta per informare i residenti di quanto sta succedendo: «Imbroglio Lega» il significativo titolo del volantino in cui si ricorda anche che la Romagnoli è stata indicata più volte dall’onorevole Filippo Ascierto come sede di un centro di espulsione per immigrati.

 Non meno decisa arriva anche la reazione del consigliere regionale Piero Ruzzante che invita i sindaci leghisti a farsi carico di eventuali profughi che dovessero arrivare nel padovano: «Questa nuova vicenda che gira intorno alla Lega ha dell’incredibile e rasenta il ridicolo. La caserma non è del comune, solo lo Stato che ne è il proprietario può decidere a cosa destinarla. La raccolta di firme del Carroccio è di persone in mala fede - accusa Ruzzante - o ignoranti nella migliore delle ipotesi».

 «A Maroni io dico che la Romagnoli non può accogliere i profughi perchè ne ospiterebbe troppi. Così non farebbe altro che scaricare il problema sul comune, lavandosene le mani. Vanno previsti piccoli gruppi spalmati sul territorio, per evitare problemi di convivenza e favorire l’integrazione. Noi non ci tiriamo indietro quando si tratta di solidarietà e responsabilità - sottolinea Ruzzante - ma aspettiamo al varco la Lega e ovviamente i suoi sindaci»

UNITÀ.TV