Rassegna Stampa

Padova

Stampa
PDF

Santini in lista al Senato «Il Pd sceglie il lavoro»

Postato in Rassegna Stampa

Mattino di Padova 8 gennaio 2012 «Giorgio Santini, segretario generale aggiunto della Cisl, sarà candidato nelle liste del Pd per il Senato in Veneto». La notizia arriva con un Tw alle 18,15 e mette fine a tutte le illazioni, mentre la conferma ufficiale porta la firma del capo ufficio stampa Roberto Seghetti: «Al centro economia reale, impresa e lavoro: dopo l’economista Galli - scrive Seghetti - il Pd candida Giorgio Santini, numero due della Cisl». Si tratta di un vero colpo a sorpresa, maturato al fotofinish: il braccio destro di Bonanni ha accettato la candidatura per il Pd e rinunciato alla lista civica di Mario Monti che da settimane lo stava corteggiando. Per usare una metafora, ha scelto «dove lo porta il cuore», dove ha gli amici veri di università e delle battaglie civili per il diritto al lavoro. Al Senato, alle spalle della capolista Laura Puppato, ci sarà quindi il nome di Giorgio Santini, un big del sindacato con una profonda conoscenza della materia contrattuale maturata con i metalmeccanici in Veneto e a Roma. Santini ha partecipato con Bonanni, la Camusso, Angeletti e i big di Confindustria alle trattative con il ministro Fornero per la riforma delle pensioni e del lavoro: erede della tradizione riformista di Pierre Carniti, farà coppia con Pier Paolo Baretta, altro dirigente Cisl entrato in parlamento con il Pd,
Stampa
PDF

Federico Ossari ringrazia gli iscritti

Postato in Rassegna Stampa

Care democratiche e cari democratici, colgo l’occasione degli auguri per il 2013 per ringraziare ognuno di Voi per il prezioso contributo espresso a vari livelli e a diverso titolo in occasione delle recenti primarie. Un grazie particolare va ai dirigenti, ai responsabili organizzativi, ai collaboratori della struttura provinciale, ai segretari di circolo e di zona, ai presidenti di seggio e agli scrutatori, ai vari volontari che con ruoli diversi e per intere giornate hanno messo a disposizione tempo e fatica. Grazie di cuore veramente a tutti.Lo sforzo a cui siamo stati chiamati non è stato di poco conto. Essere riusciti ad organizzare tre distinti appuntamenti di primarie in un mese, come quello di dicembre con all'interno le festività Natalizie, significa disporre di energie umane ed esperienza che non sono comuni. Lo sforzo fatto è stato ampiamente ripagato dall’interesse manifestato dai cittadini a questo straordinario strumento. I numeri degli elettori in provincia di Padova parlano chiaro: 40.000 al primo turno del 25 novembre, 36.000 al secondo turno del 2 dicembre e infine 14.000 domenica 30 dicembre in occasione della scelta dei candidati per il Parlamento.

DEMOCRATICA.COM