Rassegna Stampa



Padova

Stampa
PDF

MAFIE, VENETO TERRA DI CONQUISTA. NACCARATO INTERROGA ALFANO

Postato in Rassegna Stampa

MATTINO DI PADOVA 13 DICEMBRE 2014 - Era colui che passava “i lavori buoni”. Era colui che, sottomesso alle intimidazioni della banda, faceva raggiungere gli obiettivi economici già prefissati e concordati con gli altri sodali interessati alla buona gestione degli affari. Così scrivono gli investigatori a proposito di Riccardo Mancini, 56 protagonista del capitolo Mafia Capitale, ex Nar, ex amministratore pubblico, ex braccio destro del sindaco Alemanno, e ora in carcere. Più ci si addentra nelle carte che hanno fatto saltare in aria il “mondo di mezzo” e più si ha la sensazione che chi tirava le fila dell’organizzazione sapeva bene come funzionava il sistema, i punti deboli e come approfittarne. Era per questo motivo che Riccardo Mancini, attraverso il figlio Giovanni Maria, 29 anni, aveva costituito due società consortili a Limena insieme anche alla padovana Intercantieri Vittadello spa (e altre)? Scarl che con denaro pubblico si apprestano a costruire opere che servirebbero per lo smaltimento di rifiuti a Terni e a Palermo, le cui quote (in portafoglio della Società Generale Rifiuti srl di cui Giovanni Maria Mancini è amministratore unico) sono state poste sotto sequestro. Società costituite a Limena, paese della provincia di Padova, distante da riflettori e occhi indiscreti.
Stampa
PDF

MICALIZZI: IL NUOVO OSPEDALE NON SI FARÀ NEMMENO A PADOVA EST

Postato in Rassegna Stampa

La riunione in Regione per valutare le proposte del COMUNE di Padova per il nuovo ospedale è andata malissimo per Bitonci che farebbe bene a calmare il suo facile trionfalismo, già visto tra l’altro in altre occasioni, per guardare con realismo ai grossi dubbi e perplessità che sono emersi. Anzitutto occorre fare una premessa sulla credibilità del Sindaco. Bitonci sull'ospedale sta collezionando un fallimento dietro l’altro: in campagna elettorale aveva promesso che avrebbe fatto l’ospedale NUOVO nel vecchio sito, poi ha proposto il sito di via Corrado affermando che aveva studiato con attenzione questa ipotesi e deridendo, come suo solito, chi avanzava dubbi; ma l’ipotesi di via Corrado si è dimostrata anch'essa assurda e impraticabile Oggi, con la proposta Padova Est-San Lazzaro, ha definitivamente dimostrato che in campagna elettorale ha raccontato a tutti una bugia pazzesca.
Stampa
PDF

39619 GRAZIE. LE PRIMARIE LANCIANO ALESSANDRA MORETTI

Postato in Rassegna Stampa





Quasi 40 mila veneti chiedono a gran voce di cambiare questa regione. Alle 8 di sera, ora di chiusura degli oltre 600 seggi allestiti in ogni angolo del Veneto, il numero dei votanti ha superato ogni più rosea aspettativa. «Un grande esercizio di partecipazione», sottolinea con soddisfazione il segretario regionale del Pd, Roger De Menech. «Nonostante i tantissimi gufi, il Pd si conferma il partito della partecipazione. Abbiamo doppiato il numero rispetto ai tesserati – cosa che in Emilia non era successa. Il Pd non accetta lezioni di partecipazione da nessuno e sfido qualsiasi partito o movimento a mobilitare tante energie positive come facciamo noi».

YOUDEM.TV